Storia di cambiamento, introspezione e balle di fieno

Ben ritrovati mie cari,

che mesi pesanti che abbiamo alle spalle e quanta incertezza ancora! I mesi passati sono stati uno tsunami che ci ha investito e ancora ci insegue, lanciandoci in una giostra di emozioni e disorientamento. Eppure credo, consapevole di essere una voce abbastanza isolata,  che qualcosa di buono il lock down lo abbia portato. Questo è il mio pensiero almeno e condivido volentieri con voi le mie riflessioni. Ho la fortuna di vivere nella campagna emiliana, paesaggio bipolare caratterizzato da enormi distesi di campi cangianti in base al colore della coltura e alla stagione e da capannoni industriali ultramoderni, orgoglio del nostro Paese. Durante i mesi scorsi mi sono concessa, quando possibile, delle passeggiate nella campagna che circonda la mia casa. La prima emozione, forte e invasiva era la rabbia. Tutto bloccato. Il calendario eventi di presentazione di Storie di empatia, zagare e tartare di tonno, definito e programmato fino ad inizio 2021 bloccato e a data da definirsi, dopo l’immane lavoro del team e di Anna Bandini per definirlo con varie tappe in tutta Italia. I progetti con le Amministrazioni comunali, costruiti con tanta passione e già passati attraverso le peripezie elezioni/budget bloccati e a data da definirsi. La finalizzazione della versione in inglese bloccata, unica cosa positiva lavorare in smart working…se aggiungiamo, però, la totale carenza di socialità è evidente che la catastrofe emotiva era imminente! Complice la natura che rigogliosa seguiva i suoi tempi giovando dell’assenza della scimmia umana, la quiete e il tempo a disposizione per me, passeggiata dopo passeggiata tra campi di erba medica, sorgo e grano ho iniziato a vedere le cose in modo diverso. Non avevo perso niente,  anzi il maggior tempo guadagnato mi dava l’opportunità di fare e pensare altro, prima di ripartire. Opportunità di concentrarmi sulle mie passioni. Così mi sono messa a lavorare sodo e sono felicissima di dirvi che Tales of emphaty, orange glossoms and tuna tartare sarà lanciato  a breve e disponibili  nei migliori book store on line.…ovviamente vi darò tutti i dettagli.  Con le Amministrazioni comunali abbiamo approfittato per ampliare i progetti con una programmazione di lungo periodo e ci stiamo strutturando per lanciarla anche in via telematica, se sarà necessario. Mi sto divertendo moltissimo con le micro-rubriche che ho iniziato sulle mie pagine social facebook e instagram dove associo sensibilità e profondità espressa in maniera molto diversa ma di eguale spessore…ne trovate di simpatici sui social 🙂  Il tempo e la quiete hanno anche giovato alla creatività e  ho iniziato diversi lavori editoriali :  i lavori per il 3 libro sono partiti…tenetevi forte sarà un libro per bambini, una favola alternativa del mondo moderno con personaggi bizzarri e significativi…vi terrò aggiornati.

Ho anche iniziato a scrivere la mia parte per Punto HR, manuale annuale che ogni professionista HR dovrebbe leggere.   Ho deciso anche di scrivere articoli in maniera sistematica, pubblicati sui social di università e sto collaborando anche con una brillante community di innovazione in vari campi tra cui il capitale umano…trovate il  mio articolo appena uscito sulla linkership sulle mie pagine social facebook e linkedin. Che dirvi allora cari amici? Avanti tutta…sarà facile? No molto difficile, ma siamo già cambiati e non possiamo più tornare indietro…dobbiamo solo cogliere le opportunità di questo cambiamento  e ancorarci alle nostre esperienze e al nostro vissuto…vederci in maniera diversa in un mondo diverso. Dobbiamo reagire al cambiamento vivendolo e adattandoci, in questo modo saremo pronti a cogliere le opportunità che ogni cambiamento nasconde anche quello che sembra più odioso.  Vi saluto con la promessa di tornare presto e me ne vado a passeggiare gustandomi sinestesia vista-olfatto delle splendide e ipnotiche balle di fieno. Mi raccomando seguitemi sempre, scrivetemi vi aspetto e vi voglio bene,

un abbraccio forte 

Virginia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *